images1

Articoli

Scoliosi e Osteoporosi: le migliori tattiche per prevenire una ridotta massa ossea e l’osteoporosi nel 2023

Introduzione
La scoliosi e l’osteoporosi sono due distinte condizioni muscolo scheletriche, tuttavia sono correlate e potrebbero avere un impatto di non poco conto sulla qualità della vita di una persona. La scoliosi è caratterizzata da un’anomala curvatura della colonna vertebrale, mentre l’osteoporosi provoca una ridotta massa ossea e una maggiore fragilità ossea. In quest’articolo, approfondiremo le ultime ricerche nel 2023 per capire come le strategie nutrizionali e l’attività fisica possono rivestire un ruolo cruciale nella prevenzione della ridotta massa ossea e dell’osteoporosi, in particolare nelle persone con scoliosi.

Comprendere la scoliosi e l’osteoporosi
La scoliosi è una condizione che colpisce l’allineamento della colonna vertebrale, facendola curvare sul lato. Seppur la scoliosi potrebbe essere congenita, spesso si sviluppa nel corso dell’adolescenza e viene indicata come scoliosi idiopatica adolescenziale (AIS, acronimo di Adolescent Idiopathic Scoliosis). La curvatura anomala potrebbe portare a un’usura irregolare della colonna vertebrale, incrementando potenzialmente il rischio di sviluppare l’osteoporosi in un periodo successivo della vita.

Per quanto riguarda l’osteoporosi, è caratterizzata da una diminuzione della densità e della qualità ossea, il che conduce ad un aumento della fragilità ossea e ad un rischio più elevato di fratture. Sebbene l’invecchiamento sia un fattore di rischio significativo per l’osteoporosi, la presenza della scoliosi potrebbe esacerbare ulteriormente il problema per via della distribuzione non uniforme dello stress meccanico sulle ossa.

Il legame tra scoliosi e osteoporosi
Il legame tra scoliosi e osteoporosi sta nello stress meccanico posto sulla colonna vertebrale così come sulle ossa. Nelle persone con scoliosi, la curvatura anormale della colonna vertebrale potrebbe portare a una distribuzione irregolare del peso sui corpi vertebrali. Questo stress irregolare potrebbe provocare la degenerazione accelerata delle vertebre colpite, rendendole più suscettibili alla perdita ossea e alle fratture.

Inoltre, la scoliosi porta non di rado a cambiamenti nella postura e nell’andatura, che possono influenzare la capacità di una persona nell’impegnarsi in esercizi con carico, contribuendo ancor di più alla perdita ossea. Di conseguenza, è fondamentale che le persone con scoliosi adottino strategie che favoriscano la salute delle ossa e riducano al minimo il rischio di osteoporosi.

Strategie nutrizionali per prevenire l’osteoporosi nella scoliosi

  • Adeguato apporto di calcio: il calcio è un minerale di estrema importanza per la salute delle ossa ed è vitale che le persone con scoliosi si accertino di soddisfare il loro fabbisogno giornaliero di calcio. Nel 2023, la ricerca suggerisce che l’assunzione giornaliera raccomandata di calcio per gli adulti rimane a circa 1.000-1.300 milligrammi (mg). Latticini, verdure a foglia verde, mandorle e cibi fortificati sono eccellenti fonti di calcio.
  • Integrazione di vitamina D: la vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio nel corpo. Poiché chi ha la scoliosi potrebbe avere un’esposizione limitata al sole per via dei cambiamenti posturali, potrebbe essere necessaria l’integrazione di vitamina D. Recenti ricerche raccomandano un’assunzione giornaliera di 600-800 Unità Internazionali (UI) di vitamina D per gli adulti.
  • Dieta ricca di proteine: le proteine svolgono un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute delle ossa fornendo gli elementi costitutivi necessari per la formazione e la riparazione delle ossa. Includere fonti magre di proteine come pollame, pesce, legumi e tofu nella dieta può potrebbe la salute delle ossa.
  • Magnesio e altri micronutrienti: il magnesio, congiuntamente ad altri micronutrienti quali la vitamina K e il potassio, contribuisce alla salute delle ossa. Una dieta ben bilanciata che include una varietà di frutta, verdura, cereali integrali e noci può fornire questi micronutrienti essenziali.
  • Limitare la caffeina e l’alcol: il consumo eccessivo di caffeina e alcol potrebbe avere un impatto negativo sulla salute delle ossa. La moderazione è fondamentale ed è consigliabile che le persone con scoliosi limitino l’assunzione di tali sostanze.

Strategie di esercizio fisico per prevenire l’osteoporosi nella scoliosi

  • Esercizi con carico: esercizi con carico, come camminare, fare jogging e ballare, sono fondamentali per mantenere la densità ossea. Si tratta di attività che sono d’aiuto nello stimolare la crescita ossea e rafforzare il sistema muscolo-scheletrico. Per le persone con scoliosi, è essenziale affidarsi ad un fisioterapista o ad un allenatore qualificato per sviluppare un programma di esercizi personalizzato che tenga conto della loro specifica curvatura.
  • Allenamento di resistenza: esercizi di allenamento della forza che ricorrono a fasce di resistenza, pesi liberi o macchine possono aiutare a migliorare la forza muscolare e favorire la salute delle ossa. Concentrarsi sui muscoli che sostengono la colonna vertebrale può aiutare a migliorare la postura e ridurre il rischio di progressione della deformità spinale.
  • Esercizi di stretching ed equilibrio: esercizi di stretching ed equilibrio possono aiutare le persone con scoliosi a mantenere una buona postura e ridurre il rischio di cadute e fratture. Yoga e tai-chi sono opzioni eccellenti per migliorare la flessibilità e l’equilibrio.
  • Attività a basso impatto: per coloro che sono afflitti da scoliosi, le attività ad alto impatto quali la corsa potrebbero essere un problema. Esercizi a basso impatto come il nuoto e il ciclismo possono fornire benefici cardiovascolari senza apporre eccessivo stress sulla colonna vertebrale.
  • Rafforzamento del core: rafforzare i muscoli del core è fondamentale per le persone con scoliosi in quanto può aiutare a stabilizzare la colonna vertebrale e ridurre il dolore. Esercizi come plank e ponti possono essere incorporati nella routine di allenamento.
  • Consapevolezza della postura: avere sempre una buona postura nel corso delle attività quotidiane è essenziale per le persone con scoliosi. La consapevolezza della postura può aiutare a distribuire in modo più uniforme lo stress meccanico sulla colonna vertebrale.

Conclusione
La scoliosi e l’osteoporosi sono due condizioni che, se messe assieme, potrebbero rappresentare delle sfide di non poco conto per la salute delle ossa e per il benessere generale di una persona. Comunque sia, con le ultime ricerche nel 2023 che evidenziano l’importanza dell’alimentazione e dell’esercizio fisico, ci sono delle strategie efficaci per prevenire la ridotta massa ossea e l’osteoporosi nelle persone con scoliosi.

È essenziale che le persone affette da scoliosi operino a stretto contatto con gli operatori sanitari, compresi fisioterapisti e nutrizionisti, per mettere a punto un piano personalizzato che risponda alle loro esigenze e preoccupazioni peculiari. Seguendo una dieta equilibrata ricca di calcio e altri nutrienti essenziali, impegnandosi in regolari esercizi di sollevamento pesi e resistenza e mantenendo una buona postura, le persone con scoliosi possono adottare misure proattive per preservare la salute delle ossa e ridurre il rischio di osteoporosi.

In conclusione, restare aggiornati sulle ultime ricerche e implementare tali strategie nutrizionali ed esercizio fisico può fare una differenza significativa nella prevenzione della ridotta massa ossea e dell’osteoporosi nelle persone con scoliosi, portando, alla fin fine, ad una miglior qualità della vita e a una maggiore indipendenza con l’età. Coloro che sono alla ricerca di una risorsa completa sulla prevenzione e di un trattamento della scoliosi, consigliamo di leggere a fondo il libro bestseller “Il tuo piano per la prevenzione e il trattamento naturale della scoliosi” scritto da Dr. Kevin Lau, ora giunto alla sua 5a edizione. Tale volume contiene delle preziose intuizioni e indicazioni a cura di un rinomato esperto del settore e può essere un ottimo compagno nel tuo viaggio verso una migliore salute delle ossa e il benessere generale.